Ristrutturazione Bagno: interventi, tempi, costi e agevolazioni [GUIDA]

Ristrutturazione Bagno: interventi, tempi, costi e agevolazioni [GUIDA]

Ambienti d’uso quotidiano come il bagno richiedono interventi di manutenzione periodica. Un bagno ormai datato, malfunzionante o che semplicemente non rispecchia i tuoi gusti, necessita di una risoluzione profonda e mirata. Legnano Arreda è qui per proporti la miglior soluzione in questi casi → la Ristrutturazione, o come la si sente spesso nominare: Ristrutturazione Chiavi in Mano.
La ristrutturazione completa del bagno, diversamente dal Restyling, implica il rinnovo dell’impianto idraulico, intervenire con opere di muratura e, all’occorrenza, sull’impianto elettrico.

Sei curioso di sapere esattamente come funziona? Continua a leggere per scoprire come operiamo quando si tratta di dare nuova luce al bagno e quali servizi ti offriamo.

Fasi della ristrutturazione

Per avere un quadro completo è bene che tu conosca quali sono le opere da realizzare in una ristrutturazione, dato che queste influenzeranno costi e tempi. Da non confondere una ristrutturazione, che comporta il rifacimento degli impianti, con una sostituzione di sanitari e arredi (dove i lavori da fare saranno decisamente meno e poco complessi).

Solitamente, per ristrutturare un bagno completo, gli interventi che eseguiamo sono:

  1. Demolizioni e smaltimento. Comprende lo smontaggio degli arredi esistenti, dei sanitari e lo smantellamento dei rivestimenti e del vecchio massetto. Questa fase comprende anche lo smaltimento in discarica delle macerie e dei rifiuti generati dalle demolizioni/rimozioni;
  2. Nuove tracce e predisposizioni. Potrebbe sembrare vaga, ma in realtà è una delle fasi più importanti del processo di ristrutturazione. Seguendo le indicazioni sul progetto e sulle schede tecniche rilasciate dai nostri professionisti, verranno definiti in loco i posizionamenti e i nuovi attacchi.
    Ne approfittiamo per consigliarti caldamente di non fare a meno del progetto su carta. Sarà il tuo miglior alleato se vorrai avere pieno controllo sul budget ed essere a conoscenza del risultato finale.
    Conclusasi questa fase sarà scaduto il termine entro il quale potrai permetterti di cambiare idea sulle predisposizioni concordate sul progetto. Eventuali modifiche potrebbero comportare dei costi aggiuntivi per la loro esecuzione, oltreché rinvii della data di fine lavori;
  3. Installazione dell’impianto idraulico ed elettrico. Si procede con l’installazione delle nuove tubature e il rinnovo dell’impianto elettrico se necessario;
  4. Rifacimento del massetto. In questa fase il muratore getta e livella il massetto, cioè lo strato di calcestruzzo che serve a ricoprire e a contenere l’impianto idraulico. Il massetto viene realizzato in modo tale che il pavimento risulti perfettamente livellato;
  5. Impermeabilizzazione delle zone a contatto diretto con l’acqua (doccia o vasca). Per evitare l’insorgere di muffe è indispensabile impermeabilizzare le zone più vulnerabili;
  6. Realizzazione dell’intonaco. Qui andremo a rifinire le pareti, prima di passare alla posa dei rivestimenti, ove previsti;
  7. Posa pavimenti e rivestimenti. Una volta asciutti il massetto e l’intonaco, potremo procedere con la posa dei pavimenti e dei rivestimenti. Per evitare rinvii, ti consigliamo di definire bene le tue scelte durante la creazione del progetto. Così qualsiasi disegno tu voglia creare con ceramiche, carte da parati od altro materiale, sarà già stato assimilato dai posatori.
    Nel caso della carta da parati, solitamente attendiamo che si asciughi l’intonaco e la posa di eventuali piastrelle per effettuare un rilievo misure che garantisca una stampa realizzata ad hoc per quella parete. Ora starai pensando: ma poi, quali saranno le tempistiche per ricevere la carta da parati in cantiere?
    La risposta giusta è: non subito! Ti spieghiamo meglio…
    Se la tua scelta è caduta sulla tappezzeria, le tempistiche per averla saranno di circa 10-15gg lavorativi dal rilievo misure. Ti consigliamo di tenere conto di questo dettaglio sin dalla fase di progettazione. Se ti occorre il bagno pronto nel minor tempo possibile scegli prodotti dai formati standard, come il gres o il parquet, che possano essere forniti insieme al resto del materiale, prima di iniziare i lavori;
  8. Montaggio dei sanitari e della rubinetteria. Una volta posati rivestimenti e pavimenti, e dopo che il tutto sia perfettamente asciutto, passiamo all’installazione dei sanitari e degli arredi: rubinetterie, wc, bidet, lavabo (con eventuale mobile), radiatore o termo-arredo e vasca saranno collegati all’impianto idraulico. L’ultimo pezzo da installare sarà il box doccia, ove previsto.
    Se ci sono da fare modifiche all’impianto elettrico, l’elettricista interverrà per fare le dovute verifiche e disporre eventuali pezzi di finitura (placche, lampade, ecc.);
  9. Collaudo finale. È arrivato il momento di controllare il corretto funzionamento degli impianti.

 

Ristrutturazione bagno: tempi [reali] di realizzazione

Qual è la durata reale dei lavori di ristrutturazione bagno?
Questo è uno degli argomenti che preoccupa la maggior parte dei committenti, e non fatichiamo a capirne i motivi. Vivere in casa mentre si effettuano degli interventi non è proprio il massimo.
È per questo che ci teniamo ad essere chiari su questo aspetto.

Considera che la durata dei lavori varia in funzione delle opere da eseguire e delle tempistiche di posa che richiedono i materiali/arredi scelti. Avrai modo di ricevere notizie certe dai nostri esperti, che ti informeranno in base al tuo caso particolare.
Se gli interventi riguardano solo il restyling del locale, senza cambiare le piastrelle, smantellare vasche o docce, i tempi si ridurranno, e non solo, anche i costi! In questo caso le opere saranno meno complesse ed interesseranno un minor numero di addetti.
Nel caso di una ristrutturazione completa, nell’elenco sopra ti abbiamo indicato il minimo degli interventi da attuare. Rifare un bagno a regola d’arte richiede dagli 8 ai 12 giorni lavorativi. Se scegli tappezzerie o articoli su misura che necessitano di sopralluoghi a lavori finiti, la data di consegna potrebbe protrarsi.

In sintesi: distinguendo tra Restyling e Ristrutturazione Completa del bagno, la durata dei lavori può variare da un minimo di 3 giorni lavorativi ad un massimo di 12 (a patto che ci sia tutto il materiale prima di partire con i lavori).

 

Quali i permessi per il rifacimento del bagno?

Per la sola ristrutturazione del bagno non servono permessi particolari se non la “Comunicazione di inizio lavori” nel proprio comune. É davvero semplice e meno impegnativo di quello che sembra.
Se gli interventi comportassero modifiche dei volumi interni dell’appartamento o la realizzazione di un bagno ex novo, le opere rientreranno nella Manutenzione Straordinaria e occorrerà munirsi di SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).
Qualora tu abbia intrapreso la ristrutturazione di tutta la casa, tra cui anche del bagno, è probabile che in comune tu debba aprire altre tipologie di pratiche.

 

Detrazioni e Agevolazioni 2021-2022

Ristrutturare o rinnovare il bagno è decisamente conveniente nel 2021, e ci auguriamo lo sia anche nel 2022. Grazie agli incentivi statali hai la possibilità di usufruire di alcune agevolazioni, a seconda del tipo di intervento in questione.

Continua a leggere per scoprire quali sono.

Bonus Mobili

Se gli interventi da realizzare rientrassero nell’ambito della Manutenzione Straordinaria, Ristrutturazione o Risanamento Conservativo, potrai richiedere il Bonus Mobili. Questo incentivo ti darà diritto alla detrazione IRPEF del 50% sull’acquisto dei mobili fino ad un massimo di 10000€ per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2022 (16000€ per gli acquisti effettuati nel 2021, 5000€ nel 2023 e 2024).
L’agevolazione spetta a chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020, per le spese sostenute fino al 31/12/2024.

Guida al bonus mobili – Clicca qui

Bonus Risparmio Idrico

L’agevolazione riconosce un bonus di 1.000 euro a coloro che sostituiranno, fino al 31/12/2022, sanitari con linee che favoriscano il risparmio idrico; rubinetteria, soffioni e colonne doccia con erogazione ridotta del flusso dell’acqua. Sono predilette le famiglie di rubinetterie e sanitari detti ECO. Chiediceli espressamente e sapremo orientarti verso i prodotti che rientrano in queste categorie.

Guida al bonus risparmio idrico – Clicca qui

Iva agevolata

Per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria è possibile usufruire dell’Iva agevolata al 10%. La si potrà applicare sui servizi resi dall’impresa che fa i lavori.
Sui beni, invece, l’aliquota agevolata si applica solo se ceduti nell’ambito del contratto di appalto.
Tuttavia, quando forniamo beni “di valore significativo”, l’Iva ridotta si applica ai suddetti beni soltanto fino a concorrenza del valore della prestazione considerato al netto del valore dei beni stessi.
In pratica, l’aliquota del 10% è applicabile solo sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi.
Sul valore residuo dei beni l’Iva sarà al 22%. L’agevolazione non si applica su mobili, accessori e tutti quei beni considerati non finiti. Per ulteriori dettagli leggi la guida per le Ristrutturazioni Edilizie.

Aggiornamento di Luglio 2019 – Ristrutturazioni Edilizie. Clicca qui

 

Prezzi della ristrutturazione completa di un bagno

Rispondere a questa domanda su 2 piedi è un vero e proprio azzardo, ma cercheremo di darti delle cifre minime e massime.
Con noi la ristrutturazione dello stesso bagno può avere costi totalmente diversi, in base ai materiali e gli arredi che si scelgono. A seconda delle opere da fare e di ciò che esse comportano, la manodopera può incidere poco o tanto sul totale del preventivo.

Facciamo un esempio:
Supponiamo che per gli interventi da fare la spesa dei lavori sia pari a 5000€ + iva. A questo importo dovrai aggiungere quello degli arredi, sanitari e rubinetterie delle marche e modelli scelti in showroom. Sotto questo aspetto l’offerta può risultare più o meno dispendiosa, partendo da un minimo di 2800€ + iva a salire.

Il rifacimento dello stesso bagno, per il quale è previsto un costo di 5000€ per la manodopera, può arrivare a costare 7500€ – 10000€ – 13000€ – 20000€ in funzione delle scelte che farai insieme ai ns esperti, nel rispetto del tuo budget.
Il consiglio che ti diamo è di stabilire un budget reale oltre il quale non vorresti spingerti. Così facendo non solo risparmierai tempo nella selezione degli arredi (perché ti guideremo nel totale rispetto della cifra stabilita), ma non ti perderai nella miriade di preventivi possibili giocando d’azzardo.

Ci teniamo a precisare che quanto sopra è frutto della nostra esperienza diretta e non tiene conto di quanto offerto altrove. Le nostre collaborazioni prevedono l’impiego di esperti qualificati del settore, che garantiscono risultati eccellenti e curati sotto ogni aspetto.

 

Quali interventi/elementi fanno ‘lievitare’ il preventivo della ristrutturazione di un bagno?

Avere la risposta a questa domanda ti sarà utile per fare delle scelte consapevoli, ponderate ed in linea con il tuo budget. Ecco a te svelate quali scelte possono far aumentare (e a volte non di poco) il preventivo finale della ristrutturazione del bagno:

LAVORI

  • Creazione di pareti e muretti aggiuntivi, modificare il volume della stanza;
  • Realizzare disegni o effetti decorativi particolari sulle pareti;
  • Se l’abitazione si trova in zone di difficile accesso o su piani elevati;
  • Realizzazione di abbassamenti in cartongesso;
  • Posare rivestimenti a filo parete;
  • Spostamento degli impianti, specie quelli di radiatori e wc;
  • Migliorie e/o modifiche dell’impianto elettrico;
  • Posare piastrelle di grande formato (oltre il 120×60).

ARREDI

  • Scelta di ceramiche (wc e bidet) opache o colorate;
  • La scelta di rubinetterie in cromature o finiture particolari;
  • Richiedere modifiche ‘fuori misura’ sui mobili;
  • Prediligere legni pregiati su mobili e complementi (mensole, armadi, ecc.);
  • Scegliere materiali pregiati come il marmo;
  • Realizzare vetri stampati, serigrafati o ‘fuori misura’;
  • Selezionare placche di azionamento wc elettroniche o con idroscopini integrati;
  • Scegliere piastrelle di grande formato (>120×60) o di formati speciali (mosaici, esagone, ecc.).

A volte, per quanto una lavorazione possa incidere sul costo della manodopera, non è possibile prescindere da essa. È proprio per questo che ti abbiamo fornito queste informazioni. Così che tu riesca a individuare cosa può costituire una priorità e cosa invece no. L’importante è che il risultato finale sia funzionale e che rifletta ciò che cerchi.

 

Cosa include (e non) il servizio di Ristrutturazione Chiavi in Mano di Legnano Arreda?

Legnano Arreda si impegna nel garantire un servizio completo, che soddisfi le aspettative e necessità della propria clientela. A tal proposito, abbiamo creato un pacchetto che include le migliori prestazioni e dà al cliente la possibilità di prendere parte in prima persona al suo progetto.

Ecco qui i nostri servizi:

– Sopralluogo per rilievo misure: eseguiremo tutte le verifiche e rilievi misure del caso al fine di valutare al meglio l’entità dei lavori ed evitare sorprese in corso d’opera. Sono previsti anche i sopralluoghi per le realizzazioni ‘su misura’ a piastrelle posate e pareti rifinite, ad esempio: per box doccia, mobili in nicchie, carte da parati, complementi speciali, ecc;

– Consulenza tecnica e progettazione 2D: ti guideremo nella scelta dei materiali e degli arredi sin dalla tua prima visita in Showroom. Insieme creeremo uno spazio che risponda ai tuoi gusti ed esigenze. Elaboreremo il progetto in pianta per capire gli ingombri e le disposizioni. In seguito alla tua approvazione rilasceremo agli addetti le schede tecniche e il progetto su carta per la realizzazione;

– Coordinazione e seguimento lavori: saremo presenti in cantiere per organizzare i lavori, non dovrai pensarci tu. Sarà nostra premura verificare che tutto proceda come previsto;

– Interventi idraulici, di muratura e sull’impianto elettrico: saranno compresi tutti quegli interventi accordati in fase di preventivo, insieme ai nostri esperti;

– Fornitura materiale: grazie alla collaborazione con i migliori brand del settore, ti forniremo arredamenti di elevata qualità al giusto prezzo. Nel ns Showroom hai la possibilità di toccare con mano ciò che offriamo e di scegliere tra molteplici soluzioni di arredo bagno. Ti informeremo sui tempi di consegna in funzione delle scelte fatte, così da fissare la data di inizio lavori;

– Trasporto e Montaggio: consegneremo al piano tutta la merce occorrente. Inoltre, ci occuperemo dell’installazione di tutti gli elementi forniti.


Servizi extra che puoi richiedere:

– Presentazione del progetto in 3D: tramite immagini fotorealistiche e con il servizio di Tour Virtuale ti faremo vedere come sarà il risultato finale. Potrai entrare nel progetto e muoverti al suo interno, sì, proprio come nella realtà! Questo servizio ti offre la possibilità di testare diversi colori e finiture su mobili e altri complementi, e di capire se effettivamente la disposizione scelta è quella che più ti soddisfa o meno;

 

– Qualsiasi altro servizio di cui tu possa aver bisogno, non esitare a comunicarcelo! Troveremo il modo di esaudire le tue richieste.

Sei un professionista e vorresti affidarti a noi per le scelte che riguardano gli arredi e l’esecuzione del tuo progetto? Contattaci e saremo lieti di collaborare per rendere unica l’esperienza dei tuoi committenti.

Da Legnano Arreda potrai trovare tutti i complementi necessari per una Ristrutturazione Chiavi in Mano all’insegna della professionalità, la ricerca, la puntualità, la trasparenza e la cura dei dettagli.

 

COSA ASPETTI A REALIZZARE IL TUO BAGNO DEI SOGNI?

Contattaci subito o vieni a trovarci nel nostro Showroom di Via Madonna in Campagna, 3 a Gallarate!